Cancro alla Prostata Sintomi e Prevenzione

Cancro alla Prostata Sintomi: a Quali Prestare Attenzione e Quale Prevenzione Usare

La prima cosa che viene in mente parlando della prostata è la sua presenza del tutto maschile, ha inoltre il delicato compito di produrre liquido seminale. E’ grande più o meno come una noce. La sua posizione è altrettanto delicata, dal momento che si trova appena sotto la vescica ed ha il particolare compito di fare da supporto all’uretra, ossia il canaletto che porta l’urina fuori dalla vescica passa appunto attraverso la prostata.

Tra le tante patologie delicate che spaventano non poco c’è il cancro alla prostata, progredisce in modo molto lento ed è questa una fortuna fino ad un certo punto, poichè proprio per questo motivo lo possiamo considerare anche un male alquanto subdolo e spesso un male che spesso passa del tutto inosservato, nel silenzio più assoluto.

Ma proprio per il motivo che progredisce lentamente possiamo considerarlo anche un male con molta più possibilità di regredire e guarire del tutto, importante è rendersi conto della patologia in corso.

Cancro alla Prostata Sintomi: esistono vari esami che vengono fatti al tessuto della prostata, dopo un intervento chirurgico, dopo un’autopsia o anche dopo una biopsia. I suddetti esami stabiliscono che il cancro alla prostata lo troviamo molto più tra gli uomini con età maggiore ai 70 anni, spesso con età maggiore ai 90 anni.

In molti casi gli uomini con il cancro alla prostata ne restano all’oscuro fino alla propria morte, data la lieve presenza dei sintomi o addirittura della loro assenza, pertanto davvero difficile rendersene conto.

Sintomi

cancro-alla-prostata-sintomi

Svariati sono i sintomi del cancro alla prostata e possono rendersi presenti dopo molto tempo l’insorgere della patologia, addirittura dopo anni. All’inizio il tumore è presente solo alla prostata, in tali casi è possibile una totale assenza dei sintomi, in alcuni casi può esserci la presenza di sintomi lievi, quali: incontinenza urinaria, un flusso di urina molto debole, la necessità di dover andare molte volte in bagno ad urinare, sopratutto di notte, trovare difficile  urinare, provare bruciore durante la fuoriuscita dell’urina.

Con l’avanzare della patologia possono diventare più chiari ed evidenti i sintomi: si può presentare ematuria, quindi presenza di sangue nelle urine, a volte segni di infezione. È anche possibile avere dolore nella zona lombare, trovare difficile concludere un rapporto sessuale.

Esiste avere gonfiore alle gambe, dovuto all’infiammazione e alla conseguente crescita dei linfonodi, dolori alle ossa per eventuali metastasi, forte debolezza, totale assenza di forza nelle gambe dovuta al midollo spinale che si comprime, di conseguenza si possono determinare  insufficienza renale, perdita di appetito, di peso, anemia, improvvisi e forti abbassamenti dei valori nel sangue.

Breve video su cancro alla prostata sintomi:

Prevenzione

cancro-alla-prostata-prevenzione

Il cancro alla prostata, per quanto possa essere una grave patologia, non è proprio positivo sottoporsi a frequenti e invasivi esami medici, spesso inutili e dannosi, tutto questo soltanto per paura di contrarre la patologia stessa. Una delle reali certezze che abbiamo è sicuramente legata alla forte presenza di rischio di cancro alla prostata in uomini che iniziano ad invecchiare.

Non è sufficientemente stato provato quanto esista il reale nesso tra consumo di alcuni  alimenti e la conseguente riduzione del rischio di cancro alla prostata.

Il licopene, come pure tutti gli antiossidanti presenti nei pomodori e nei vegetali in genere, ad esempio cocomeri, isoflavoni nella soia, sono considerati come prevenzione in questo tipo di patologia. Intanto non essendoci prove fondate rimangono dei risultati banali e poco rassicuranti.

Non esiste a tutt’oggi una reale prevenzione. Diversi studi e statistiche fatte su uomini con alto rischio di contrarre cancro alla prostata, hanno stabilito che il farmaco finasteride è in grado di ridurre del 25% il rischio di cancro alla prostata rispetto al corrispondente farmaco placebo.

Non sono però da mettere in secondo piano gli effetti collaterali, ne esistono diversi, anche gravi: attività sessuale meno frequente, impotenza sessuale, tumori con prognosi più gravi. Tutto questo dovrebbe scoraggiare l’assunzione di questo “farmaco”, tra l’altro creato appositamente per una buona prevenzione.

Cancro alla Prostata Sintomi: cosa possiamo fare per tentare quanto meno di prevenire in qualche modo? Informarci sui possibili esami da poter fare, ponendo attenzione su quali siano realmente utili e quali invece invasivi e dannosi, informiamoci prima di ogni possibile scivolone durante la diagnosi, non ci affidiamo soltanto a quello che ci viene detto, approfondiamo, iniziamo a prendere innanzitutto responsabilità per noi stessi, in prima persona.