Archivio della categoria: prostatite

Curare la Prostatite Cronica con Alcuni Rimedi Naturali

Che cosa è prostatite?

La prostatite è un’infiammazione della prostata che provoca dolore e disagio durante la minzione (prurito, aumento della minzione, ecc).

La prostatite non curata può facilmente diventare una prostatite cronica, più difficile da curare.

Le cause di prostatite possono essere diverse

prostatite cronicaL’infiammazione della prostata (prostatite) a causa di eccessiva attività sessuale o la mancanza di eiaculazione (tipica tra i giovani che usano il coito interrotto per prevenire la gravidanza) La mancata urinazione dopo il rapporto favorisce un possibile riassorbimento di germi. L’infiammazione è causata da un’infezione nell’uretra da parte di batteri o virus. lo stress continuato non aiuta, la continua stimolazione e contrazione dell’area della prostata e del perineo contribuisce ad aumentare le micro tensioni che si riflettono sulle pareti muscolari provocando i dolori. A volte è difficile da rilevare perché molte persone non hanno i batteri nelle urine e quindi non c’è interesse nell’approfondire l’argomento, pur essendo i dolori sempre presenti. L’ingrossamento della prostata con l’età, promuove la crescita di questi problemi.

Come ti interessa emotivamente?

Bassa autostima della nostra sessualità e i nostri sentimenti più intimi.

Piante medicinali che possono essere di beneficio per la prostatite

Echinacea e propoli sono buoni alleati contro la prostatite. Sabal serrulata è un’altra pianta molto utile. Il Ginseng può essere di grande aiuto (se non si è una persona molto nervosa). Il Pygeum africano è anche molto interessante. Piante diuretiche come coda di cavallo (equiseto), le barbe del mais o il dente di leone spesso aiutano a decongestionare questa zona.

Una buona alimentazione per la prostatite.

La curcuma è una specie di spezia ad uso culinario che anche in questo caso, è un buon alleato per la prostatite cronica.

Lo Zinco sappiamo che è vitale per la salute della nostra prostata. Lo troviamo in forma assimilabile nei semi di zucca (non salati, oppure da assumere un cucchiaio di olio estratto a freddo al giorno), semi di girasole o di sesamo.

Il Polline estratto dalle api è altrettanto utile poiché ricco di ormoni sessuali e di zinco. Un paio di cucchiaini al giorno sono più che sufficienti.

Dobbiamo eliminare tutti i diuretici chimici (su consiglio del medico) e delle vie urinarie eccitanti come caffè, tè nero e alcol.

Provate, se possibile, ad acquistare frutta e verdura da agricoltura biologica ed eliminare ogni prodotto commerciale di natura industriale poiché aumentano il numero di ormoni in eccesso maschili, che sono, a loro volta, responsabili dell’ipertrofia della prostata o problemi di funzionamento.

Le Alghe anche contribuiscono a rimuovere i depositi di metalli pesanti, se presenti.
L’olio di pesce, semi di lino o di germe di grano sono ricchi di omega 3 e quindi aiutano a controllare il colesterolo, in quanto questo è un grande nemico del buon funzionamento ormonale.

Dobbiamo evitare quei cibi irritanti per il nostro tratto urinario come il caffè, alcool, cibi piccanti, carne e cibi altamente raffinati o grassi come i fritti.

Una dieta ricca di frutta e verdura, equilibrata,  è fondamentale in quanto è essenziale non avere stitichezza o meteorismo e di avere il sangue pulito dalle tossine che congestionano tutta la zona pelvica.

Altri suggerimenti per la cura della prostatite cronica

Devono essere limitati la pratica del ciclismo eccessiva poiché la sella della bicicletta preme troppo sulla nostra prostata. Nel sesso bisogna tener conto di alcuni dettagli come il fatto che è importante urinare sempre dopo ogni rapporto sessuale con eiaculazione. Il tratto urinario deve essere pulito e non infetto.

L’Idroterapia ci consiglia, in questi casi di prostatite, di sedersi nella vasca da bagno e fare applicazioni di acqua calda e acqua fredda nella zona tra lo scroto e l’ano per circa 25 secondi. Dobbiamo ripetere 10 volte e mai lasciare che l’ultima applicazione sia l’acqua fredda. Alla fine si dovrebbe sempre rimanere con una sensazione di calore nella zona.

Riepilogo

Alimenti nocivi o dannosi per ingrossamento della prostata e prostatite cronica sono i seguenti:

1- Le bevande quali caffè, coca cola o cioccolato.

2 – L’alcol, che irrita la prostata, è assolutamente controindicato. In realtà, si è pensato che l’alcol è uno dei motivi principali per cui può apparire il cancro alla prostata.

3- Il colesterolo e grassi saturi di origine animale implica una relazione tra questi alimenti e la comparsa del cancro alla prostata. Cibi con grassi animali saturi provocano irritazione della prostata e dovrebbero essere assunti con moderazione.

Prostatite: Varie osservazioni a Riguardo

La prostatite è una patologia piuttosto comune negli uomini fin da età molto giovane. Si stima che oltre il 30% degli uomini abbia avuto o ha nel corso della propria vita una prostatite. Una stima difficile da fare poiché come in altri casi di malattie sessualmente correlate subentra una sorta di effetto vergogna e una buona percentuale di persone preferisce non parlarne col proprio medico.

La prostatite può essere cronica o acuta, batterica o abatterica. Ci sono inoltre varianti a queste classificazioni oppure ripetizioni nell’arco di tempo di varie infiammazioni alla prostata che possono definirsi una prostatite cronicizzata (o appunto cronica).

I sintomi della prostatite

Tra i vari sintomi della prostatite  presenti in una situazione cronica troviamo:

  • bruciore a urinare
  • bruciore durante o dopo l’eiaculazione
  • dolore a un testicolo o pesantezza testicolare
  • dolore al basso ventre
  • Sensazione di pesantezza nella zona anale
  • sangue nello sperma
  • perdita della libido
  • difficoltà a raggiungere o mantenere l’erezione

Oltre a questi possono verificarsi nei casi di prostatite acuta, febbre, nausea e bruciori vari che possono sparire anche da soli nel giro di qualche giorno.

Purtroppo (o per fortuna) non esiste una terapia farmacologica efficace per la cura della prostatite cronica e la soluzione migliore equivale ad un cambio radicale di stile di vita e comportamento alimentare. Anche la continenza sessuale o nei casi peggiori l’astinenza posso essere di aiuto per risolvere la prostatite.

In alcuni casi l’integrazione di alcuni nutrienti essenziali può essere decisiva per la cura. Ad esempio lo zinco, un minerale utile per la prostata e per la fertilità maschile può essere integrato come elemento singolo o meglio assumerlo assieme ai cibi che ne contengono, come ad esempio i semi di zucca o alcune verdure a foglia verde.

La prostatite cronica inoltre può avere delle cause emotive o conflitti psicologici irrisolti, di natura sentimentale o familiare. La reazione emotiva che abbiamo ad esempio con un divorzio, un lutto i famiglia etc…